ALESSANDRO PONTI

Compositore introverso ed esploratore, amante della musica in ogni sua forma ed espressione, Alessandro Ponti ha approfondito stili, tecniche e periodi musicali, divenendo nel tempo un compositore eclettico ma profondo.

Cresciuto con la musica dei Weather Report, di Debussy e con la giusta dose di rock, blues e jazz, la sua personalità musicale si è sviluppata in modo costante e professionale su più rami. Da un lato quello della formazione classica, segnato dai diplomi in pianoforte con il massimo dei voti (Conservatorio di Novara, con Paolo Vignani), in clavicembalo (Conservatorio di Vicenza, con Patrizia Marisaldi) e in composizione (Conservatorio di Lugano, con Nadir Vassena) e da una laurea in Lettere Moderne (Università Cattolica di Milano); dall’altro quello della musica jazz, passione pulsante ma più riservata.

La scrittura di musiche per immagini inizia nel 2006 con la composizione della colonna sonora per il film documentario ‘Martha: memorie di una strega’, ben presto seguito da diverse commissioni in svariati campi (documentari, video istituzionali, siti internet, musiche per balletti…).

Dal 2009 Alessandro inizia a dedicarsi anche alla composizione di musiche per videogiochi e trailer. Di particolare importanza è la collaborazione con il publisher inglese Slitherine/Matrix Games, per il quale ha composto le musiche di diversi videogiochi per PC, Nintendo Wii, Nintendo DS e iPad (‘Brutte storie: i rovinosi Romani’, ‘Battle Academy’, ‘Panzer Corps’ e altri).

Nel 2010, dopo aver scritto la colonna sonora per due cortometraggi, Alessandro esordisce nel cinema indipendente americano scrivendo le musiche del film ‘Sedona’s Rule’ del regista di San Francisco Josh Gillick.
Della fine del 2011 è invece il suo secondo lungometraggio, il thriller ‘House of Last Things’ del regista Michael Bartlett, per lavorare al quale Alessandro ha trasferito temporaneamente il suo studio a Los Angeles.

Il suo pezzo per clavicembalo ‘In fuga da Verona’ ha vinto il concorso di composizione indetto dalla British Harpsichord Society nel 2012 ed è pubblicato da Cadenza Music. E’ stato ora registrato da Maggie Cole per l’etichetta Prima Facie.

Il Bunker è lo studio personale di Alessandro Ponti, uno studio completamente attrezzato con le più aggiornate sample library per la produzione musicale e la composizione di colonne sonore. Deve il suo nome alla posizione 'seminterrata' del luogo e dalla natura della musica che vi viene prodotta, principalmente colonne sonore per videogiochi di guerra.

Tutta la musica viene composta, programmata, registrata e mixata nello studio, dove è possibile registrare solisti o piccoli gruppi da sovrapporre alla versione con sample. Se il progetto richiede un organico di maggiori dimensioni è possibile organizzare una sessione di registrazione con orchestra in uno studio più grande o una sala appositamente scelta per l'acustica, grazie a una collaborazione esterna. 

Setup:

DAW principale: Projectlead quad-core i7 24 GB RAM; macchina sample: VisionDAW quad-core i7 24 GB RAM

interfaccia audio: RME HDSP 9632

dsp: UAD-2

software principali: Cubase, Vienna Ensemble Pro, Sibelius

sample library: LA Scoring Strings, EW Hollywood Strings, Cinematic Strings, Spitfire BML Brass, EW Hollywood Brass, Vienna Symphonic Library, EWQL Symphonic Orchestra, Soundiron, Heavyocity, Orange Tree Samples, 8dio, Native Instruments, EWQL Symphonic Choir, Sonokinetic, Quantum Leap (Ra, Silk, Gipsy, Ministry of Rock, Pianos, Storm Drum 2), Embertone, Ilya Efimov etc.

soft synth: u-he Zebra, u-he Bazille, NI Absynth, NI Massive, NI Reaktor

preamp: Audient

Nonstante la specialità dello studio sia quella di fornire colonne sonore contemporanee utilizzando sia elementi orchestrali sia di elettronica e sound design, qualsiasi stile di musica può essere prodotto o programmato con competenza e conoscenza, in base alle caratteristiche e alle richieste di ogni progetto.  

E' importante sottolineare che in questo studio non viene utilizzato alcun software illegale.

https://soundcloud.com/alessandroponti/sets/hollywood-showreel