ALBERTO CAVOLI

Alberto Cavoli incontra per la prima volta il mondo della musica all'età di 9 anni, quando i genitori molto pragmaticamente, vista la presenza di un pianoforte in casa, lo portano da un maestro per insegnargli come accarezzare accuratamente lo strumento. Il giovane Cavoli inizia gli studi di pianoforte con il M° Franco Braga, per poi proseguire al Conservatorio Statale di Musica di Brescia dove si diploma sotto la guida del Maestro Ruggero Rocco, proseguendo poi gli studi per perfezionarsi ulteriormente con il M° Sergio Marengoni già docente al Conservatorio Verdi di Milano e frequentando la Meisterklass alla Hochschule für Musik di Monaco, tenuta dal pianista di fama internazionale Gerhard Oppitz, dove si diploma nel 92, non perdendo però i contatti con il suo Maestro che due anni dopo lo invita a partecipare ai corsi beethoveniani di Positano (NA). Durante il suo percorso ha l'opportunità di collaborare con musicisti di prestigio come Margit Spirk e Stefania Bonfadelli ma anche con orchestre come quella del Festival pianistico internazionale Arturo Benedetti Michelangeli (diretta dal competente Pier Carlo Orizio) che due anni fa ha cambiato nome in Festival Internazionale di Brescia e Bergamo.

Dal 2014 ha iniziato l'incisione dell 32 sonate di L.van Beethoven.

Come direttore d'orchestra ha diretto l'orchestra dei Cento Ragazzi in tournee in Serbia e Slovenia. Nell'agosto 2015 ha diretto l'orchestra in un concerto presso il Teatro Grande di Brescia.

 

Alberto inoltre incide anche alcune registrazioni per la Rai, per Radio Klassik di Amburgo e per Viola Film di Monaco di Baviera. Dal 1992 intraprende con impegno un percorso come docente di pianoforte, oltre a essere anche il direttore della Scuola di Musica del Garda (BS) e dell'annessa orchestra giovanile e Presidente dell'Associazione Culturale W. A. Mozart di Desenzano del Garda. La prima impressione che Cavoli offre al prossimo di sè non è quella di Maestro o musicista inarrivabile, perchè isolato nel suo piccolo mondo di autocompiacimento, ma quella di essere umano, che riserva per gli altri il massimo rispetto e la massima disponibilità, dimostrandosi oltre che un'ottimo artista anche una meravigliosa persona. Attualmente è impegnato presso lo studio di registrazione Ritmo&Blue e sta lavorando per realizzare un CD di musiche del 900 ma come si suol dir la perfezione è un'arte e chi più dell'artista la ricerca insistentemente. Il M° Cavoli infatti sta scremando accuratamente le varie registrazioni realizzate, al fine di selezionare le produzioni migliori da incidere nel tempo.