SONIA MIRANDOLA

Tra le leggiadre e delicate mani di Sonia Mirandola tutto è vivo. Non esiste nulla che non possa avere la speranza di reincarnarsi in un corpo differente. L'artista, come il Creatore, modella la materia a sua disposizione e ne crea meraviglie. Con la paziente arte di trasformare e assemblare, utilizzando materiali riciclati, abiti d'epoca e tessuti preziosi, Sonia, restituisce una nuova vita ai capi di abbigliamento, con fantasia ed eleganza. Per arrivare a dove è oggi, Sonia, deve molto alle esperienze acquisite durante gli anni. La costumista, progettista di moda e stylist veronese, inizia la sua formazione nel settore dell'industria tessile nel 1978, lavorando, fino al 2001, nel campo del pret-a porter e dell?alta moda per svariate linee, di grandi marchi come Laura Biagiotti, Ungaro, Rocco Barocco o Verri Uomo. Oltre all'esperienza nell'industria tessile, nel suo percorso, ha avuto modo di collaborare anche a shooting fotografici, video promo-musicali e a spettacoli teatrali, quindi di sviluppare anche competenze differenti.

Dal 2003 al 2007, collabora con la Fondazione Arena di Verona, in qualità di assistente costumista, nella realizzazione dei nuovi allestimenti di alcune opere, tra cui: La Traviata, Madame Butterfly, La Gioconda, Cavalleria Rusticana, Pagliacci, Tosca, Anna Bolena, La Sonnambula e il Don Giovanni. Sonia, inoltre, organizza la sfilata per la rievocazione storica di "50 anni di moda" al Teatro Camploy di Verona. L'artista cerca di ottenere, nelle sue realizzazioni, una perfetta sintonia tra il passato e il presente, tra quello che trasforma e la nuova vita che gli offre. La filosofia di Sonia, infatti, è quella delle "tre erre": RIUTILIZZARE ? RITAGLIARE ? RICOMPORRE. Il desiderio della stylist è quello di riassumere lo spirito di una moda innovativa nell'era della riproducibilità, ma con creatività e stile personalizzato, unici nel loro genere, come opere d'arte, non portando i suoi capolavori a quella che Walter Benjamin definiva "perdita dell'aura", ma, anzi, offrendogliene una nuova, facendoli rinascere sotto nuove sembianze.