MINISTRI

La rock band nasce a Milano nel 2005 con il nome di Ministro del Tempo, ma i suoi componenti, Federico Dragogna (paroliere, chitarra e cori), Davide Autelitano (voce e basso), Michele Esposito (batteria) ed Emiliano Eva (tastiera), si conoscono da ben prima. Sono infatti amici dai tempi del liceo.

La formazione originaria non si mantiene e poco dopo, il tastierista lascia il gruppo. Il trio firma un contratto con l'etichetta Otorecords, cambiando nome in I MINISTRI, realizzando nel 2006 il primo album: I Soldi sono finiti (a cui partecipa anche la Maninalto! Records) caratterizzato da dettagli provocatori, come l'inserimento di una moneta da 1€ in ogni disco, al fine di sensibilizzare i consumatori sulla crisi in atto nel mondo discografico. L'album li fa notare dalla scena indie italiana, portandoli a tenere numerosi concerti in tutto il Paese, dalle sagre all'Italia Wave 2007.

Nel 2008 realizzano l'EP La piazza EP, con lo stesso stile pungente e provocatorio del primo CD, a cui segue l'anno dopo l'album Tempi Bui e a metà dello stesso anno, esce la ristampa del disco I Soldi sono finiti, al cui interno è contenuto un brandello delle storiche giacche del gruppo.

Nell'ottobre del 2010 esce l'abum Fuori che si posiziona al 15° posto tra i CD più venduti in Italia, della classifica FIMI.
Nel novembre dell'anno successivo, prima di intraprendere una lunga pausa, portano in giro il nuovo tour, Non finisce così Tour, dando vita e voce per l'occasione, anche all'inedito Rinasceremo Ovunque e in parallelo, Federico Dragogna realizza la produzione dell'album di debutto del duo italiano di musica elettronica, Iory's Eyes, dal titolo: "Double Soul".
Nel corso degli anni collaborano con artisti di successo come Caparezza nel 2008, per la canzone "Ulisse", con i Coldplay l'anno successivo, a cui aprono il concerto e con gli Zen Circus nel 2011, per il brano "L'Amorale" in cui realizzano i cori del CD Nati per subire.
Nel 2012 invece si esibiscono in Ungheria allo Sziget Festival, un evento unico nel suo genere e aperto a ogni tipo di espressione artistica e musicale, che funge da punto d’incontro tra le diverse culture e tra gli stili e i generi più differenti, non chiudendo le sue porte nemmeno alle sperimentazioni sonore più innovative. Mentre il loro ultimo album dal titolo: Per un passato migliore, è uscito nel 2013. Chissà con quali accordi sapranno sorprenderci la prossima volta..